In molti sono convinti che lavare le stoviglie a mano sia ecologico piuttosto che attivare un elettrodomestico. Inoltre spesso quando utilizzano la lavastoviglie non lo fanno per ottenere la massima resa. Si tratta di piccoli errori alquanto diffusi che cercheremo di evidenziare in questo articolo al fine di chiarire i dubbi sull’uso della lavastoviglie e su come poter al meglio risparmiare tempo e risorse.

Quando carichiamo correttamente la lavastoviglie,andiamo incontro ad uno spreco di acqua e un utilizzo di sapone decisamente inferiori rispetto al classico lavaggio a mano. Una lavastoviglie che presenta una classe di consumo buona è programmata essenzialmente per funzionare nel rispetto dell’ambiente, inoltre consumerà una quantità minima d’acqua a differenza di quando siamo costretti a lavare tutto a mano. Non solo, la quantità di sapone che riversiamo nelle tubature per un lavaggio a mano, che spesso non è ottimale, è sicuramente maggiore rispetto al sapone che inseriamo nello sportelletto della lavastoviglie, che quindi sarà più semplicemente disciolto. Quindi quando andiamo a lavare un gran numero di piatti a mano non stiamo effettivamente risparmiando, ma stiamo sprecando le nostre energie fisiche. l’acqua e ciò comporta peraltro un inquinamento superiore. I modelli contemporanei di lavastoviglie presentano la funzione ECO. Questo tipo di programma spesso richiede più tempo ma è strutturato per lavare al meglio utilizzando poca energia e poca acqua. Se voleste approfondire tutte le funzioni e i modelli presenti in commercio vi suggerisco di seguire questo link sceltalavastoviglie.it

Va anche detto che quando carichiamo erroneamente la lavastoviglie, lasciandola semi-vuota oppure lasciando i piatti con detriti di cibo senza sciacquarli preventivamente, rischiamo sia di non avere ottimi risultati, sia di deteriorare la macchina prima del tempo. Questo perché non si può dimenticare che come qualsiasi macchina, anche la lavastoviglie avrà bisogno di una serie di accorgimenti da seguire per prolungarne la durata. Il miglior carico possibile della macchina spesso ci viene direttamente consigliato dalla casa produttrice, e seguendone le direttive sicuramente andremo incontro ad una resa il più possibile ottimale e al tempo stesso ecologica.