Di tanto in tanto è consigliabile cambiare il materasso per bambini per evitare che questi possano avere poi problemi alla schiena.

Qui spieghiamo tutto ciò che devi sapere per scegliere il miglior materasso per bambini, tenendo conto della loro età e dei diversi materiali disponibili sul mercato.

I criteri per scegliere un materasso sono sempre validi, ma i bambini hanno esigenze particolari dettate da età, comportamenti e peso. Un bambino è più delicato, ha un corpo più esile, pesa meno e, in alcuni casi, neanche riesce a riconoscere eventuali problemi legati al materasso.

Dovremo scegliere noi, come spesso accade, al suo posto. Vediamo subito insieme, dunque, tutti i principali consigli per scegliere un buon materasso per bambini.

Il miglior materasso per bambini in base alla loro età

Come è logico, i bisogni dei più piccoli cambiano man mano che crescono. Pertanto, un bambino di appena una settimana non è uguale a un bambino di 4 o 10 anni.

  • 0-2 anni: durante i primi due anni di vita, quando scegli il miglior materasso per bambini devi trovarne uno che offra comfort e compattezza. Prestare particolare attenzione al fatto che il materasso non eserciti troppa pressione sul corpo del bambino per evitare problemi respiratori, aumentando così il rischio di morte improvvisa. Naturalmente, è essenziale che i materiali siano traspiranti e igienici.
  • 2-10 anni: i bambini tra 2 e 10 anni continuano a crescere e, per godersi un buon riposo, hanno bisogno di un materasso che offra fermezza ma allo stesso tempo consenta loro di adattare il proprio corpo comodamente. Un materasso in memory foam o un materasso a molle insacchettate è un’opzione eccellente per promuovere lo sviluppo dei bambini ed evitare loro il mal di schiena.
  • 10-15 anni: nella transizione tra infanzia e adolescenza, i cambiamenti fisici sono rilevanti. Pertanto, i bambini / i giovani hanno bisogno di un materasso solido, in grado di fornire fermezza al peso che aumentano durante questi anni. I materiali migliori sono: lattice, memory foam e molle.

Quali tipi di materassi ci sono?

Ora che conosci le esigenze del tuo bambino in base alla sua età, di seguito andremo a completare il lavoro spiegando quali siano i diversi materiali di produzione disponibili.

  • Molle: i materassi a molle sono caratterizzati da una grande solidità. È importante che l’imbottitura abbia una buona adattabilità in modo che non risulti troppo dura. Non è la scelta migliore per i bambini di piccole dimensioni, ma esistono anche soluzioni ibride dove, ad una base solida a molle insacchettate, viene poi aggiunta una superficie in schiuma.
  • Latex: i materassi in lattice sono tra i più popolari grazie alla vasta gamma di vantaggi che offrono. Sono molto solidi e, allo stesso tempo, si adattano perfettamente alla forma del corpo, garantendo sempre la migliore postura per la schiena dei bambini. Potrebbero essere considerati un giusto mix tra materassi a molle insacchettate e materassi in memory. Tuttavia, con l’arrivo sul mercato del memory, hanno perso un po’ di spazio. Il lattice naturale, infatti, emana un odore pesante, soprattutto nel primo mese di utilizzo, ed ha un peso importante. Diffidare dal lattice economico, che non sia veramente naturale.
  • Viscoelastico: Per quanto riguarda i materassi in memory foam, sono quelli che offrono un miglior comfort e una maggiore adattabilità al corpo, purché il loro grado di compattezza sia elevato.
  • HR Foaming:  questo è uno dei materiali più innovativi del momento. Ha un grado inferiore di fermezza, quindi è particolarmente indicato per i bambini piccoli.

Questo è tutto ciò che devi sapere quando scegli il miglior materasso per bambini. Il mercato ti offre una vasta scelta di mobili, materassi e soluzioni d’arredo per le camere dei bambini, con un rapporto qualità-prezzo imbattibile.

Spetterà solo a te, comprese quelle che sono le basi per l’arredamento della camera dei tuoi bambini, compiere scelte ideali per le tue esigenze e rispondenti ai tuoi gusti personali.