Sapere come proteggersi dalla luce solare è molto importante. No, non vogliamo dire che non devi chiuderti in casa nelle ore più calde del giorno e rinunciare tassativamente a sole e mare. Tuttavia, è bene sapere come esporsi correttamente alla luce solare e quali rischi si corrono in caso contrario. La pelle abbronzata piace a tutti, rende subito la figura più snella e compatta e rimanda a scenari esotici. Ma lo stesso non si può dire per la pelle, che sia del corpo o del viso, ustionata. Il rischio ustione è dietro l’angolo anche in città o in montagna, per cui ti consigliamo di seguire sempre questi semplici ma efficaci consigli.

Proteggersi dalla luce solare: perché è importante

L’esposizione al sole è fondamentale per lo sviluppo di ossa sane e forti, grazie all’incremento della produzione di vitamina D che avviene proprio grazie alla luce solare. A patto però che ci si esponga ad esso in maniera ottimale e protetta. I responsabili di questi effetti benefici e non, sono i raggi ultravioletti emanati dal sole. Se, dunque, da una parte sono fondamentali per l’organismo, d’altra parte, se molto intensi, possono causare anche conseguenze gravi. Tumori della pelle, invecchiamento precoce del derma, disturbi agli occhi ed ustioni sono tra i rischi più frequenti. Per tutte queste ragioni è necessario conoscere il modo migliore di esporsi al sole per trarne beneficio e per scongiurarne gli effetti negativi.

Ecco 3 modi per proteggersi dalla luce solare

Vediamo, in concreto, qual è il modo più corretto per prendere il sole e cosa fare per proteggersi.

1 – Utilizza delle creme solari

“Sì ma tanto io non mi ustiono”. Chi non l’ha detto almeno una volta nella vita per poi ritrovarsi a fine giornata con la pelle arrossata e dolorante? Se è vero che alcuni fototipi sono più propensi di altri ad ustionarsi, ciò non significa che siano comunque immuni dai danni dei forti raggi UV. Per cui, a prescindere da quanto tu sia abbronzato o dal colore iniziale della tua pelle, non esporti mai al sole, soprattutto nelle ore più calde, privo di protezione. In commercio è possibile trovare le migliori creme solari a prezzi accessibili e dalla performance impeccabile. Sentiti libero di scegliere il grado di protezione più adatto a te o ai tuoi bambini, in questo modo non rinuncerai all’abbronzatura e la tua pelle sarà al sicuro.

2 – Indossa degli occhiali da sole

Come accennato, i raggi UV, se non accuratamente filtrati, possono presentare un pericolo anche per gli occhi, esponendoli al rischio cataratta. Soprattutto per chi li ha molto chiari. Cosa fare in questo caso? L’ideale sarebbe acquistare degli occhiali da sole prestando attenzione alla qualità delle lenti e scegliendole possibilmente in colorazioni scure.

3 – Proteggi la testa con un ombrello o un cappello

Un altro punto da proteggere accuratamente dal sole nelle ore più calde è la testa. In linea generale sarebbe meglio non esporsi al sole tra le 12 e le 15, magari sostando sotto l’ombrellone se si è al mare o riparandosi in casa. Quando però questo non è possibile, ricorda di indossare un berretto con visiera o un cappello a tesa larga magari in paglia. In alternativa, puoi utilizzare un ombrellino da sole. Sapere come proteggersi dalla luce solare è molto importante. No, non vogliamo dire che non devi chiuderti in casa nelle ore più calde del giorno e rinunciare tassativamente a sole e mare. Tuttavia, è bene sapere come esporsi correttamente alla luce solare e quali rischi si corrono in caso contrario. La pelle abbronzata piace a tutti, rende subito la figura più snella e compatta e rimanda a scenari esotici. Ma lo stesso non si può dire per la pelle, che sia del corpo o del viso, ustionata. Il rischio ustione è dietro l’angolo anche in città o in montagna, per cui ti consigliamo di seguire sempre questi semplici ma efficaci consigli.

Proteggersi dalla luce solare: perché è importante

L’esposizione al sole è fondamentale per lo sviluppo di ossa sane e forti, grazie all’incremento della produzione di vitamina D che avviene proprio grazie alla luce solare. A patto però che ci si esponga ad esso in maniera ottimale e protetta. I responsabili di questi effetti benefici e non, sono i raggi ultravioletti emanati dal sole. Se, dunque, da una parte sono fondamentali per l’organismo, d’altra parte, se molto intensi, possono causare anche conseguenze gravi. Tumori della pelle, invecchiamento precoce del derma, disturbi agli occhi ed ustioni sono tra i rischi più frequenti. Per tutte queste ragioni è necessario conoscere il modo migliore di esporsi al sole per trarne beneficio e per scongiurarne gli effetti negativi.

Ecco 3 modi per proteggersi dalla luce solare

Vediamo, in concreto, qual è il modo più corretto per prendere il sole e cosa fare per proteggersi.

1 – Utilizza delle creme solari

“Sì ma tanto io non mi ustiono”. Chi non l’ha detto almeno una volta nella vita per poi ritrovarsi a fine giornata con la pelle arrossata e dolorante? Se è vero che alcuni fototipi sono più propensi di altri ad ustionarsi, ciò non significa che siano comunque immuni dai danni dei forti raggi UV. Per cui, a prescindere da quanto tu sia abbronzato o dal colore iniziale della tua pelle, non esporti mai al sole, soprattutto nelle ore più calde, privo di protezione. In commercio è possibile trovare le migliori creme solari a prezzi accessibili e dalla performance impeccabile. Sentiti libero di scegliere il grado di protezione più adatto a te o ai tuoi bambini, in questo modo non rinuncerai all’abbronzatura e la tua pelle sarà al sicuro.

2 – Indossa degli occhiali da sole

Come accennato, i raggi UV, se non accuratamente filtrati, possono presentare un pericolo anche per gli occhi, esponendoli al rischio cataratta. Soprattutto per chi li ha molto chiari. Cosa fare in questo caso? L’ideale sarebbe acquistare degli occhiali da sole prestando attenzione alla qualità delle lenti e scegliendole possibilmente in colorazioni scure.

3 – Proteggi la testa con un ombrello o un cappello

Un altro punto da proteggere accuratamente dal sole nelle ore più calde è la testa. In linea generale sarebbe meglio non esporsi al sole tra le 12 e le 15, magari sostando sotto l’ombrellone se si è al mare o riparandosi in casa. Quando però questo non è possibile, ricorda di indossare un berretto con visiera o un cappello a tesa larga magari in paglia. In alternativa, puoi utilizzare un ombrellino da sole.