La pasta fresca fatta in casa è sicuramente tra i must delle nonne e delle mamme, ma bisogna ammettere che, ultimamente, sta impazzando anche tra i giovani.

Negli ultimi anni, infatti, si è vista una grande voglia di rimettersi ai fornelli e di scoprire cosa significa cucinare piatti da grande chef anche tra le mura domestiche.

Complici i numerosi programmi televisivi di cucina, ed anche i molti libri che si vedono in libreria, ecco che cucinare non è più una cosa lasciata lì in un angolo e rispolverata solo ogni tanto.

Se anche tu sei tra le persone che hanno scoperto la passione per la cucina, ecco che sicuramente ti sarà passata per la testa l’idea di fare la pasta fatta in casa.

Lasagne, ravioli, bigoli, tagliatelle. Ogni tipologia può essere sperimentata e fatta da te, e non servono nemmeno molte cose.

Farina, acqua, uova e la migliore macchina per la pasta in commercio.

Il resto lo farà la tua passione.

Ma quali sono i segreti per fare una pasta fresca in casa perfetta? Andiamo a scoprirlo insieme.

 

Pasta fresca fatta in casa: tutti i segreti per farla perfetta

La pasta fresca fatta in casa, insieme al pane, è sicuramente tra le prime pietanze create nella storia della cucina.

Una volta, fare questo primo piatto in casa era praticamente d’obbligo.

Non esiste, infatti, una nonna che non sappia smanettare con acqua e farina per farne uscire una tagliatella super.

Abbiamo già detto di come non siano necessari grandi macchinari od ingredienti per fare la pasta fresca, ma bisogna anche ammettere che, per avere un risultato ottimale, serve anche molta esperienza.

Molte nonne ormai possono fare la pasta ad occhi chiusi, senza nemmeno pesare gli ingredienti. Impastando sentono già, dalla consistenza, se serve più acqua o più farina.

Sono cose che si apprendono con il tempo ma non temere, perché siamo qui per darti qualche utile consiglio a riguardo.

 

Pasta fresca fatta in casa: i tempi

La prima regola che devi bene tenere a mente è quella di rispettare i tempi, sia di preparazione che di riposo.

Un impasto, per essere ben fatto, deve essere lavorato per almeno 10 minuti, per poi riposare fermo per circa mezz’ora.

I diversi movimenti mentre s’impasta, infatti, aiutano il glutine a sviluppare ed a dare il sapore e la consistenza finale della pasta una volta cotta.

Mentre, il riposo, aiuta i diversi ingredienti a legare tra di loro ed a diventare un tutt’uno.

 

Pasta fresca fatta in casa: attenzione all’aria

L’aria, quando entra in contatto con la pasta, innesca un processo di seccatura, e per quanto riguarda la pasta fresca non è una cosa molto consigliata.

Quando fai riposare la pasta avvolgila sempre nella pellicola, e nel momento in cui andrai a tirarla e tagliarla cerca di essere deciso e veloce.

Attenzione anche quando vai a farcire la pasta ripiena: metti la farcia, copri e schiaccia bene i lati in modo da eliminare tutta l’aria in eccesso.

 

Pasta fresca fatta in casa: la farina

Infine, ricordati che la qualità della farina è fondamentale.

Molti credono che le tipologie di farine siano tutte uguali, ma in realtà ne esistono di molto diverse tra di loro.

Fai attenzione a questo particolare perché modificherà davvero il risultato finale.